Vigilia della partita interna con i rossoneri di Lucca e mister Alessandro Dal Canto risponde alle domande dei giornalisti: “La Lucchese è squadra in salute, nelle ultime partite si è ripresa vincendo due volte su tre. Sarà una gara complicata nella quale dovremo portare a casa i tre punti, a tutti i costi. Con la penalizzazione che ci aspetta, domani sarà un vero e proprio scontro diretto per la salvezza. Loro verranno a Livorno cercando di fare la partita della vita, ma sarà così anche per noi. Siamo già ai limiti dell’allarme e quindi è necessario pensare solo ad ottenere delle vittorie”.

Il Livorno ha evitato rischi di altre penalizzazioni: “Il fatto che le vicende societarie abbiano trovato uno sviluppo positivo ha indubbiamente rasserenato l’ambiente. Siamo contenti e riprendiamo a pensare soltanto al campo. Per le penalità rischiamo di andare in fondo alla classifica. I ragazzi devono trovare gli stimoli da soli. Dobbiamo guardare una gara per volta, cercando di fare più punti possibile”.

Sulla formazione: “Rispetto alla gara di Vercelli è possibile che cambi qualcosa, anche perché la Lucchese gioca in modo diverso. Dopo l’ultima rifinitura valuteremo quali soluzioni adottare”.
Su Braken: “Probabilmente, anche per la sua mole fisica, ha bisogno di giocare con più frequenza. Lui deve restare tranquillo e fare il suo. Speriamo che anche domani possa confermare il buon momento di forma”. Sempre tra i migliori è il giovane 2001 Haoudi. “Si può adattare a diversi ruoli di centrocampo. Credo che la sua posizione in futuro sia quella di mezzala. In questo torneo, per problematiche di rosa, ha giocato in diverse posizioni, sempre con buoni risultati”.

Sulla Lucchese: “Con il loro tecnico Lopez ho vinto il primo campionato da professionista a Vicenza. E’ un mister molto preparato. Hanno una buona organizzazione di gioco. Dovremo stare attenti fino al novantesimo ed oltre”. (p.nacarlo)