Il Livorno vola. Tre gol alla Pro Piacenza

La sintesi del pari e del dispari. E’ il tre, il numero definito dalla scuola pitagorica come perfetto ed al centro di questa serata colorata di amaranto. Tre le vittorie consecutive, tre i gol segnati e, di conseguenza, tre i punti, collezionati dagli uomini di Foscarini che tornano nella parte più alta della classifica, con una prestazione tonica e brillante.
La prima sfida nella storia del calcio labronico tra Livorno e Pro Piacenza, finisce a favore dei padroni di casa che vanno a segno con Marchi, Cellini e Murilo.
Subito occasione del Livorno si registra al secondo minuto con Murilo che riceve palla da Lambrughi; risponde al 7’, Aspas, di testa, sugli sviluppi di un calcio di punizione per fallo su Bazzoffia: Mazzoni c’è. Al 10’, cross di Jelenic: palla sul fondo. Al 14’, calcio di punizione a favore del Livorno: ne approfitta Alessandro Marchi che sigla la prima rete in amaranto. Applausi della curva e dedica della squadra a Manuel Giandonato (con l’autore del gol che mostra la maglia del centrocampista infortunato). Quattro minuti dopo, Murilo per Cellini: palla fuori di poco. Al 20’, Murilo colpisce il palo, attento Lambrughi che serve Cellini: niente può fare Fumagalli, è 2-0. Al 23’ , ancora Murilo, ma il tentativo di Ferchichi viene blocccato da Fumagalli. Minuto 28, prova a farsi vedere Cavalli, palla sul fondo. Continua a farsi vedere il Livorno al 36’ ed  al 46’ ma per il terzo gol ci sarà da aspettare il secondo tempo.
La ripresa si apre con il Pro Piacenza in avanti: Bazzoffia, solo, insacca ed accorcia le distanze.
Al 15’, calcio di punizione per gli amaranto: sulla palla Jelenic, prosegue l’azione Borghese che serve Murilo e sigla la terza rete. I rossoneri ci provano al 30’ con Pesenti che calcia alto sopra la traversa; risponde il Livorno due occasioni per Murilo ed il palo di Cellini al 45’.
Da martedì nuovamente in campo per la preparazione del derby contro il Pontedera che si disputerà Domenica prossima all’Ardenza, alle 18,30.

Potrebbe interessarti anche